Valmaggiore


Il Roero DOCG è la massima espressione del Nebbiolo coltivato sulla sponda sinistra del fiume Tanaro. Denominazione di origine controllata e garantita, riconosciuta dal 2004, che si fa terreno come astro nascente anno dopo anno tra le due massime incarnazioni di Nebbiolo della zona vinicola del sud Piemonte: il Barolo ed il Barbaresco.
Questo Roero Riserva porta con sé il nome della menzione geografica aggiuntiva (MeGA) di Valmaggiore del comune di Vezza d’Alba, probabilmente il cru della sinistra Tanaro più famoso, storicamente, proprio per la coltivazione di questo nobile vitigno.

Roero Riserva, com'è?

La vendemmia dei grappoli destinati a dar vita all’etichetta del nostro Roero Riserva Valmaggiore avviene verso la fine di ottobre, quando ormai l’acino è all’apice della sua concentrazione di zuccheri e sostanze organiche. Il vino in fermentazione viene fatto macerare a contatto con le bucce per due settimane, con frequenti rimontaggi. Dopo la svinatura il vino riposa ancora per qualche mese in vasca d’acciaio prima di essere spostato in fusti di rovere di Slavonia da 2000 litri. Il periodo di affinamento in legno è di 30 mesi. Questo periodo eleva e sviluppa le qualità di questo nebbiolo dal colore rosso rubino intenso con riflessi lievemente aranciati. Il profumo è squisitamente fragrante ed intenso sia al naso che al palato. Avvertiamo prima di tutto viola, fiori appassiti e frutta matura. Sentori di spezie, frutta secca, caffè, tabacco e cuoio completano questo complesso quadro olfattivo, cui occorre aggiungere parvenze facilmente evidenti di radici, terra e funghi che caratterizzano il territorio di produzione. In bocca è asciutto e deciso, giustamente tannico e di buon corpo. Persistente.

 

SCHEDA

Valmaggiore Roero DOCG Riserva

Disciplinare di Produzione: D.M. 18 luglio 2018.
Varietà di uva: 100% Nebbiolo
Vigneto: Vezza d’Alba, vigna Valtassera (menzione geografica Valmaggiore)
Tipo di terreno: in prevalenza sabbioso
Periodo di raccolta: ottobre
Vinificazione: macerazione pellicolare di circa 20 giorni con frequenti rimontaggi; fermentazione in vasca d’acciaio
Maturazione: 30 mesi in botte grande di rovere di Slavonia e riposo in bottiglia per circa 6 mesi
Colore: rosso granato intenso
Profumo: frutti rossi, confettura e spezie. Intenso ed elegante
Sapore: Sentori di marmellata e spezie prevalgono fin da subito e sono ben bilanciati dalla freschezza verticale del vino. Il finale è lungo, persistente con tannini delicati
Abbinamenti: Versatile negli abbinamenti, si sposa bene con primi piatti della tradizione piemontese, fonduta e piatti a base di tartufo. Ideale anche con arrosti di carne rossa, selvaggina e formaggi stagionati


ACQUISTA
 

A proposito del Valmaggiore


Ne prevediamo un'evoluzione positiva nel tempo, laddove si avesse la pazienza di attendere ancora un paio d’anni prima di aprire un’altra bottiglia. Abbinamenti ideali con carni arrostite, spiedo, griglia e cacciagione in genere. Oltre che formaggi di media stagionatura.

 
 
The Valmaggiore Roero DOCG reserve
Roero DOCG is the highest expression of Nebbiolo grown on the left bank of the Tanaro river. Controlled and guaranteed designation of origin, recognized since 2004, which becomes ground as a rising star year after year between the two greatest incarnations of Nebbiolo in the southern Piedmont wine area: Barolo and Barbaresco. This Roero Riserva carries with it the name of the additional geographical mention (MeGA) of Valmaggiore in the municipality of Vezza d’Alba, probably the most famous cru of the left Tanaro, historically, precisely for the cultivation of this noble grape.

About this wine
The harvest of the grapes destined to give life to the label of our Valmaggiore, Roero Riserva takes place towards the end of October, when the grape is at the peak of its concentration of sugars and organic substances. The wine in fermentation is left to macerate in contact with the skins for two weeks with frequent pumping over. After racking, the wine rests for a few months in steel tanks before being moved to 2000-liter Slavonian oak barrels. The aging period in wood is 30 months. This period elevates and develops the qualities of this Nebbiolo of an intense ruby ​​red color with slightly orange reflections. The scent is exquisitely fragrant and intense both on the nose and on the palate. First of all we notice violet, withered flowers and ripe fruit; finally, hints of spices, dried fruit, coffee, tobacco and leather complete this complex olfactory picture to which it is necessary to add easily evident semblances of roots, earth and mushrooms that characterize the production area. In the mouth it is dry and decisive, rightly tannic and full-bodied, persistent.

In perspective...
We expect its positive evolution over time, in case you have the patience to wait a couple of more years before opening another bottle. Ideal combinations with roasted meats, spit, grill and game in general. In addition to medium-aged cheeses.